Home » Formazione

Cammino di fede: sesto incontro

10 febbraio 2014 1.036 visite 0 commenti

Tema: L’EUCARESTIA

Testimonianza di Paola Panaro.

Meditazione di don Francesco

Paola ha cominciato ricordando un periodo della sua vita nel quale aveva creduto di poter fare a meno di Dio, di Gesù, della fede. Grazie al Cursillo, ha scoperto quanto la partecipazione all’Eucarestia la rendesse felice. Il sentimento più forte che sente Paola accostandosi all’Eucarestia è la gioia, mista a commozione, al pensiero di sentirsi così vicina a Gesù e a tutte le persone che con lei sono in cammino per riceverLo. Nella sua vita ci sono stati e ci sono ancora problemi di vario tipo, economici e di salute, ma pensare che li può affrontare insieme con Gesù le dà una forza enorme. Questo grande dono è accessibile a TUTTI con la grande opportunità dell’adorazione eucaristica: “quando sono di fronte al pane consacrato, sono di fronte al Signore, vicina a Lui che è proprio lì… mi riesce più facile capire che è sempre con noi, che è in noi. Le volte in cui ho preso decisioni difficili e fatto scelte importanti ero lì davanti all’eucaristia per l’adorazione”.

Don Francesco è stato come sempre molto essenziale e incisivo riprendendo alcune delle esperienze condivise da Paola nella sua testimonianza ed arricchendole con precisi messaggi teologici. Si è avvalso di alcuni libri e delle esperienze di alcuni Santi per sottolineare l’importanza dell’Eucarestia come cibo, nutrimento, sostegno, viatico nella vita quotidiana e, soprattutto, nei momenti di difficoltà. Ha condiviso la centralità di questo sacramento nella sua esperienza di sacerdote e anche di ragazzo prima della vocazione.

La serata ha poi visto come sempre la condivisione nei gruppi, guidati dalla traccia scritta, che riportava alcune citazioni della Bibbia e domande per la riflessione.

Si è così concluso un cammino di sei incontri, avvenuti alcuni in seminario a Tortona, altri nei locali parrocchiali a Cassano, che ha dato frutti di amicizia e conoscenza tra coloro che erano reduci dall’esperienza dei tre giorni di Cursillo e coloro che già l’avevano fatta. Il modo migliore per sentire questa vicinanza è stato quello tipico del carisma del Cursillo, cioè l’ascolto della parola di Dio e, attraverso le testimonianze dei fratelli, l’opportunità di farne occasione di vita vissuta in amicizia.

Condividi su:
Condividi su Facebook Condividi su Google Plus Condividi su Twitter

Lascia un commento

Aggiungi di seguito il tuo commento. Puoi anche abbonarti a questi commenti via RSS.

Sii gentile. Massimo 1 link o sarà moderato. Pulizia nel testo e rimanere in tema. Niente spam, per favore.

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog abilitato Gravatar. Per avere il tuo Gravatar, riconosciuto ovunque, registrati su Gravatar.